Contatta un nostro esperto +39 015 914 0000

Retargeting: cos'è e come può aumentare le vendite online

Simone Velocci 20 agosto 2021

Sai come funzionano le pubblicità online? Hai mai sentito parlare di retargeting?

Molto semplicemente, è una strategia per entrare in contatto con i clienti senza avere i loro dati di contatto.

In questo modo si cerca di richiamare il cliente a visitare di nuovo il negozio online e magari completare l’acquisto.

Sicuramente ti sarà capitato di imbatterti in una campagna di retargeting di Facebook o altri siti web e senza accorgertene sei finito nella “trappola”.

Oggi spiegheremo il funzionamento di una delle strategie di marketing per ecommerce più utilizzate e funzionanti: il retargeting marketing.

Cos’è e come funziona il retargeting?

retargeting marketing cos'è e come funziona

Il retargeting è una forma di pubblicità online che ha lo scopo di raggiungere un segmento di pubblico per spingere le persone a compiere un’azione.

Quale target si cerca di raggiungere?

L’obiettivo target sono gli utenti che hanno già interagito in qualche modo con il sito web, ad esempio visualizzando una scheda prodotto o aggiungendo un articolo nel carrello senza completare l'acquisto.

Quindi, il retargeting attraverso le inserzioni online, mostra nuovamente i prodotti visualizzati in precedenza o simili agli utenti che hanno abbandonato il sito web.

Questa strategia permette di richiamare il cliente all’acquisto e aumentare le possibilità di vendita.

Cookie per il tracciamento: a cosa servono?

Ma come possiamo raggiungere i clienti senza aver raccolto le informazioni di contatto?

Attraverso i cookie per il tracciamento.

Sicuramente ne avrai sentito parlare dal momento che all’accesso ad ogni sito web viene chiesto se acconsentire al tracciamento tramite i cookies.

Il compito di questo strumento è di raccogliere informazioni in maniera anonima, sulle preferenze e i comportamenti degli utenti che visitano un sito web.

Permettono quindi di archiviare e recuperare informazioni utili sugli utenti e di proporre inserzioni online in base alle preferenze rilevate.

Attenzione: è necessario comunicare agli utenti che visitano il sito ecommerce la presenza dei cookie per il tracciamento.
Vidra ha creato un documento che puoi scaricare e pubblicare nel tuo sito web per informare gli utenti sull’informativa cookie.

Clicca qui per scaricare gratuitamente il modello “Informativa Cookie e altri documenti utili.

Retargeting vs. Remarketing: quali sono le differenze?

differenza tra retargeting e remarketing

Retargeting e remarketing sono due termini che indicano differenti modalità di rivolgersi all’utente, ma possono essere utilizzati come sinonimi in quanto lo scopo finale è lo stesso.

Analizziamo la sottile differenza tra retargeting e remarketing:

  • Retargeting
    Con questa strategia si targhetizzano tutti i potenziali clienti, ovvero quelle persone di cui abbiamo tracciato i comportamenti per proporre inserzioni personalizzate, ma di cui non possediamo le informazioni di contatto.

  • Remarketing

Il remarketing si rivolge allo specifico utente e si differenzia dal retargeting per l’acquisizione delle informazioni di contatto del cliente.

Infatti, in questo caso si dispone dei dati di contatto degli utenti in quanto loro stessi le hanno fornite (ad esempio, completando l’iscrizione alla newsletter dell’ecommerce).

In generale, i due concetti indicano due strategie con una finalità comune: richiamare il cliente all’acquisto; per questo possiamo considerarli come sinonimi.

Retargeting dinamico

Il retargeting dinamico è la forma più famosa di questa strategia di marketing.

Permette di mostrare agli utenti annunci specifici legati al singolo prodotto (o servizio) visualizzato in precedenza.

Questo significa che se una persona visita una scheda prodotto mostrando interesse (resta alcuni minuti sulla pagina web, visualizza le foto, legge la descrizione, ...) però senza effettuare l’acquisto, durante la successiva navigazione gli verranno proposte inserzioni pubblicitarie con quello stesso prodotto o simili.

In questo modo si facilita il completamento dell’acquisto che era stato precedentemente interrotto.

Come fare retargeting: Facebook Pixel e Google Ads

come fare retargeting su Facebook e google ads

Dopo aver presentato cos’è e come funziona il retargeting marketing, vediamo come mettere in pratica questa strategia per il commercio elettronico.

Gli strumenti utilizzati per fare retargeting sono principalmente due: utilizzando i cookie oppure con il Pixel di Facebook.

Come fare retargeting su Facebook Pixel

Grazie agli annunci dinamici di Facebook puoi mostrare i prodotti visualizzati (ma non acquistati) dagli utenti sulla piattaforma del famoso social media.

Sarà il Pixel di Facebook a gestire in modo automatizzato gli annunci da mostrare al singolo utente, in base alle preferenze rilevate.

Ecco gli step per creare una campagna su Facebook:

  1. Prima di tutto devi collegare il Pixel di Facebook al sito web per il tracciamento dei dati e avere un catalogo dei prodotti.

    Ecco la guida per collegare Pixel al tuo ecommerce Vidra.

  2. Per creare la tua campagna di retargeting avvia lo strumento per la creazione delle inserzioni dinamiche di Facebook e seleziona una delle varie opzioni di retargeting:
  • Prodotto visualizzato o aggiunto al carrello ma non acquistato.
  • Prodotto aggiunto al carrello ma non acquistato.
  • Prodotti di up-selling o cross-selling.
  • Combinazione personalizzata.

Queste opzioni permettono di scegliere i criteri di selezioni del pubblico al quale mostrare gli annunci pubblicitari.

È una funzione fondamentale che permette di costruire una strategia altamente focalizzata per raggiungere al meglio i potenziali clienti.

  1. Dopo aver impostato la campagna desiderata non ti resta che selezionare il numero di giorni durante i quali deve verificarsi l’azione scelta e scegliere se utilizzare un pubblico personalizzato o simile al proprio target di riferimento.

Per approfondire l’argomento, ti consigliamo di leggere: Guida Facebook Ads per eCommerce.

Come fare retargeting su Google Ads

Google permette di scegliere tra due tipi di campagne:

  • Rete Display
  • Rete di ricerca

Le campagne Display retargeting sono le più utilizzate, probabilmente sarà capitato anche a te di vederne una.

Infatti, questo tipi di campagna pubblicitaria online raggiunge i potenziali clienti durante la navigazione sui motori di ricerca e mostra gli annunci durante i video YouTube, nella pagine dei siti web o nella casella mail.

Consulta la guida ufficiale di Google Ads per conoscere come impostare correttamente una campagna di retargeting con Google.

Vantaggi di una strategia di retargeting

Stai ancora pensando se vale la pena attuare questa strategia di marketing per ecommerce?

  • Possibilità di raggiungere fino al 98% degli utenti che non hanno effettuato un acquisto nel negozio online
  • Interagire in modo personalizzato con i potenziali clienti per aumentare il tasso di conversione
  • Definire al meglio il cliente ideale del proprio ecommerce

Conclusione

Adesso questa strategia per te non ha più segreti e sei pronto a lanciare la tua prima campagna di retargeting!

Non dimenticare di tenere traccia dei progressi delle tue campagne: questo ti aiuterà a migliorare la tua strategia e a potenziale le future campagne.

Ricorda che per creare una campagna davvero efficace e capace di generare un alto tasso di conversioni c’è bisogno di numerosi test e prove, quindi non avere paura di sbagliare e non demordere davanti le prime difficoltà.

Leggi anche:

Porta online il tuo negozio
in modo semplice, veloce e sicuro

Vidra