Contatta un nostro esperto +39 015 914 0000

Costruire una strategia SEO per eCommerce di abbigliamento

Simone Velocci 10 giugno 2021

Nel mondo del commercio elettronico ogni giorno nuove attività aprono un negozio online e conquistare nuovi clienti diventa più difficile, ma non impossibile!

I motori di ricerca che utilizziamo per fare acquisti online adottano criteri molto rigidi per premiare i siti web che creano contenuti interessanti e di qualità.

È facile riconoscere quali sono i siti web ricompensati, sono quelli che appaiono nella prima pagina dei risultati di ricerca.

I migliori vengono posizionati nelle prime cinque posizioni, quelle che attraggono il maggior traffico di utenti.

Vuoi sapere come raggiungere le prime posizioni?

Due tipologie di traffico: organico (SEO) e a pagamento (SEM)

strategia seo sem differenza

Per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca ci sono due tecniche, la SEO e la SEM; simili ma con un grande differenza: il costo.

Quando parliamo di SEM (Search Engine Marketing) ci riferiamo alle tecniche per generare traffico a pagamento.

Questa strategia permette di generare un alto volume di traffico in poco tempo, ma dall’altro lato bisogna considerare il relativo costo.

L’ottimizzazione SEO (Search Engine Optimization), ovvero “ottimizzazione per i motori di ricerca”, permette di incrementare gratuitamente il traffico di utenti sul sito web attraverso la creazioni di contenuti interessanti e di qualità.

In questo caso si parla di traffico organico.

Questa strategia è la soluzione adatta per chi ha avviato un ecommerce da poco tempo e vuole aumentare la visibilità del sito web a costo zero.

Nell’immagine in basso puoi osservare in che modo sono visualizzati gli indirizzi web con sponsorizzazioni a pagamento (segnati in blu) e il sito web che ha guadagnato la prima posizione con una strategia SEO per attirare traffico organico (segnato in arancione).

serp risultati posizionamento seo e sem

Come generare traffico organico

Le tipologie di contenuti più interessanti che permettono di generare traffico gratuito sul sito ecommerce sono principalmente due:

  • articoli per il blog (chiamati, blog post);
  • video per il canale YouTube.

In questo articolo concentriamo l’attenzione sulla creazione di blog post e nei prossimi paragrafi scoprirai come utilizzare la piattaforma di Vidra per fare SEO.

Dove bisogna partire per creare un contenuto utile e rilevante?
Ecco il processo da seguire per scrivere un contenuto di qualità.

1. Ricerca del tema e delle keyword

Nella fase iniziale si va alla ricerca della tematica da trattare e delle keyword da utilizzare per la scrittura del blog post.

Le keyword sono le parole chiave utilizzate dagli utenti quando eseguono una ricerca sui motori di ricerca per un determinato argomento.

Vediamo quali sono gli strumenti e le strategie per trovare le parole chiave.

Suggerimenti di Google

La ricerca delle keyword può partire da Google, il motore di ricerca più famoso e utilizzato.

Avrai notato che quando iniziamo a digitare nella barra di ricerca, subito ci viene proposta una lista di suggerimenti che vanno a completare la frase che stavamo scrivendo oppure approfondisco la tematica ricercata.

Non ti sarà sfuggito che in fondo alla pagina dei risultati di ricerca puoi osservare un’altra lista di parole chiave suggerite, tutte correlate alla ricerca appena eseguita.

Una strategia interessante per avere una lista di keyword da cui partire per la creazione dei contenuti consiste nel digitare una parola chiave di partenza (es. “pantalone”), seguita dalle lettere dell’alfabeto, una alla volta.

ricerca parole chiave suggerimenti google

Quindi, partendo dalla lettera a andremo ad analizzare i suggerimenti per “pantalone a”, poi “pantalone b” e così via.

Tool gratuiti per la ricerca delle parole chiave

In rete si possono trovare diversi strumenti gratuiti per fare SEO nel proprio sito web.

Answer The Public è uno strumento molto interessante da utilizzare per la ricerca delle parole chiave.

Infatti, grazie a questo strumento puoi analizzare le query di ricerca più ricercate dagli utenti.

Le query sono le frasi digitate dagli utenti nei motori di ricerca.

Un ottimo punto di partenza per intercettare le tematiche che le persone sono interessate a conoscere.

Immaginiamo di eseguire una ricerca di parole chiave per l’abbigliamento, in particolare per quelle legate alla parola “costume”.
Utilizziamo Answer The Public e scopriamo quali sono le ricerche degli utenti per le domande: chi, come, cosa, dove, perché, quale.

ricerca parole chiave answer the public

Da questi risultati abbiamo ottenuto informazioni davvero interessanti per la scrittura di un blog post.

I risultati “Come scegliere costume”, “Quale costume scegliere” ci suggeriscono la scrittura di un articolo nel quale raccogliere i consigli per scegliere il costume adatto al proprio fisico.

Un altro strumento che ti consigliamo di utilizzare per la ricerca delle parole chiave è Ubersuggest.

ricerca parole chiave ubersuggest

Con Ubersuggest puoi analizzare la qualità delle keyword selezionate e quindi conoscere due valori importanti per la SEO:

  • Volume di ricerca: numero di ricerche effettuate dagli utenti per la parola chiave ricercata nell’arco di un mese;

  • SEO Difficulty: difficoltà di posizionamento, ovvero il livello di concorrenza per la parola chiave. Più è alto, più sarà difficile il posizionamento sui motori di ricerca.

La versione gratuita di Answer The Public e Ubersuggest permette di effettuare soltanto tre ricerche al giorno, fanno buon uso!

2. Scelta del topic e delle parole chiave da utilizzare

ottimizzazione seo per sito ecommerce di abbigliamento

Il primo metodo per decidere i topic da svolgere è molto semplice: si effettua una ricerca su Google e si osservano i risultati cercando di rispondere a queste domande.

Quanti risultati sono stati trovati dal motore di ricerca?

Il numero di risultati permette di capire quanti contenuti sono stati creati a riguardo della tematica scelta.

Un numero molto alto indica un forte interesse per il topic e un anche un alto numero di contenuti già disponibili online.

Che tipi di contenuti troviamo nelle prime posizioni?

Anche se i risultati evidenziano la presenza di molti contenuti già disponibili bisogna analizzare la loro qualità.
Osserva i contenuti nelle prime cinque posizioni: Da quanto tempo sono stati pubblicati? Offrono consigli o informazioni davvero utili?

Se i risultati trovati non sono aggiornati con le ultime novità del settore potresti creare un articolo con contenuti attuali che risulterà più utile e interessante.

Ripetiamo quali sono i consigli per scegliere topic e keyword:

  • Scartare i topic già discussi da siti autorevoli
    Tienili da parte per il futuro, quando il sito web avrà iniziato a generare un buon numero di traffico.

  • Se i contenuti disponibili online sono di pessima qualità oppure non sono stati discussi, mettiti al lavoro per la scrittura di un blog post o di un video per YouTube.
    Le possibilità di posizionarsi nelle posizioni privilegiate sono alte!

  • Crea contenuti di qualità, non mirati alla vendita
    Prima di generare una vendita devi conquistare la fiducia dei clienti online e dimostrare la tua professionalità attraverso la qualità dei contenuti realizzati.

3. La pazienza è la chiave del successo

strategia seo tempi per posizionamento sui motori di ricerca

Non pensare che basta scrivere qualche articolo per vedere schizzare le vendite dello shop online, non funziona in questo modo.

In media possono passare 35 settimane prima di avere una buona copertura e poter godere dei benefici della SEO. È questo il tempo necessario ai motori di ricerca per analizzare e valutare il valore dei contenuti pubblicati.

Smettere di avere fiducia nella strategia SEO per ecommerce scelta è il più grande errore che si possa commettere.

Bisogna avere pazienza e portare avanti la propria strategia lavorando alla realizzare di contenuti nuovi, rilevanti e soprattutto utili.
Solo in questo modo riuscirai a catturare l’attenzione del pubblico e a generare un alto volume di vendite.

Conosci i 10 errori più comuni nella gestione di un ecommerce?
Scoprili nell’articolo che abbiamo scritto nel nostro blog per aiutare i commercianti ad avere successo con il proprio negozio online.

Come fare SEO per ecommerce con gli strumenti di Vidra

Vidra si impegna costantemente per offrire ai commercianti la miglior soluzione per vendere online in modo semplice, rapido ed economico.

I commercianti che si affidano a Vidra per la creazione di un ecommerce hanno a loro disposizione tutti gli strumenti per avere successo con la vendita online.

Vediamo in che modo puoi migliorare la scheda prodotto di un ecommerce Vidra in ottica SEO.

Per un ecommerce di abbigliamento è importante posizionare le pagine prodotto nei risultati di ricerca, quindi è importante inserire con attenzione tutte le informazioni utili per attirare l’interesse del potenziale cliente.

Qui in basso puoi vedere come appare la creazione di una scheda prodotto nella piattaforma Vidra.

come fare seo per ecommerce Vidra

Ecco i passi da seguire per curare l’ottimizzazione SEO di una scheda prodotto:

  • Nome del prodotto
    Il nome del prodotto è il primo elemento che verrà letto dal cliente che visita la pagina, è importante che sia sintetico e accattivante.

    Nell’esempio il nome del prodotto è “Felpa Uomo”, in base al tipo di prodotto il nome può diventare “Felpa Yoga”, “Felpa con Cappuccio”, “Felpa Classic”, ecc.

  • Descrizione
    Una parte fondamentale per il posizionamento nei motori di ricerca!

    Scrivi una breve descrizione capace di attirare l’attenzione delle persone e che fornisca tutte le informazioni utili sul prodotto (materiali, dimensioni, utilizzo, vestibilità, stagione, ecc.).

    La descrizione deve essere lunga almeno 140-160 caratteri per ottenere un buon posizionamento.

    Per ottenere un buon posizionamento la descrizione deve essere lunga almeno 140-160 caratteri e deve contenere almeno tre o cinque keyword legate al prodotto stesso, precedentemente selezionate con le strategie presentate nei paragrafi precedenti.

  • Immagini
    Anche le foto dei prodotti giocano un ruolo importante in ottica SEO.

    Oltre a stimolare il desiderio del potenziale cliente, a livello SEO è importante rinominare le immagini caricate nella scheda prodotto con un nome legato al prodotto stesso.

    Non caricare file con le denominazioni automatiche generate dalle fotocamere e dai cellulari (es. “_DSC1234”), ma utilizza denominazioni adatte al posizionamento sui motori di ricerca.

    Nel caso in esempio della felpa da uomo il file dell’immagine viene rinominato in questo modo: “felpa-uomo-nome ecommerce”.

  • Altri accorgimenti in ottica SEO: per le foto caricate nel sito ecommerce utilizza file .jpg o .jpeg con dimensione massima di 1MB.
    Questi permettono di velocizzare il caricamento della pagina, fattore utilizzato dai motori di ricerca per giudicare il valore di una pagina web.

Leggi anche i nostri consigli per scrivere una scheda prodotto perfetta.

Coltiva la tua strategia SEO giorno dopo giorno

Dalla lettura di questo articolo hai ottenuto le conoscenze basilari per curare la strategia SEO di un sito ecommerce di abbigliamento, applicabili a qualsiasi tipologia di negozio online.

Il tuo viaggio alla scoperta della SEO non finisce qui, c’è ancora molto da imparare!

Ecco gli articoli del nostro blog che ti consigliamo di leggere per approfondire queste tematiche:

Porta online il tuo negozio
in modo semplice, veloce e sicuro

Vidra