Vuoi dare continuità alla tua attività durante il COVID-19? Siamo qui per aiutarti

Vendere cibo online: costi, requisiti e normative

Simone Velocci 24 settembre 2020

Grazie ad internet oggi possiamo vendere online anche alimenti e bevande.

Se hai un’attività e ti occupi della produzione di alimenti o bevande oppure stai pensando di avviare un’attività in questo settore, questo è l’articolo che hai bisogno di leggere.

Nel nostro blog post ti mostreremo i vantaggi ed i requisiti per espandere la tua vendita e raggiungere i tuoi clienti online, quali strumenti utilizzare e come gestire le consegne.

Perché vendere cibo online?

vendere cibo online per raggiungere più clienti e aumentare le vendite

La vendita di cibo online offre importanti vantaggi e durante la recente emergenza sanitaria ha dato la possibilità ai ristoratori e commercianti che offrivano la consegna a domicilio dei loro prodotti alimentari di continuare a lavorare.
I consumatori hanno potuto ricevere comodamente a casa ed in totale sicurezza i loro cibi preferiti, completando l’ordine e il pagamento con pochi semplici tocchi direttamente dal loro smartphone.

L’ecommerce è un canale di vendita aggiuntivo che gli imprenditori devono sfruttare per raggiungere i clienti online ed aumentare le vendite.

Nei prossimi paragrafi ti farò vedere come avviare la vendita di alimenti online e quali accorgimenti devi tenere sotto controllo.

Quanto costa iniziare a vendere cibo online?

Come tutte le attività commerciali ci sono dei costi da sostenere per l’avvio e la gestione. I costi possono variare in base al tipo di prodotto che vuoi vendere, ma in generale i costi iniziali possono arrivare a 200.000 euro.

Non scoraggiarti di fronte questa cifra, ci sono dei metodi per avviare la tua attività con costi più bassi.
Ad esempio, se avvii una microimpresa alimentare domestica non dovrai sostenere elevati costi di affitto dei locali e spese per il personale. In questo caso la spesa iniziale può essere di poche centinaia di euro che serviranno in particolare per l’acquisto degli ingredienti.
Potrai sempre decidere di espandere la tua attività in un secondo momento.

Quali costi dovrai sostenere (in generale) ?

  • Affitto dei locali e dell’attrezzatura
  • Spese per il personale
  • Ingredienti
  • Pacchi e imballaggi per alimenti
  • Costruzione dell’eCommerce online

Quali prodotti vendere online?

quali prodotti vendere online

La tua attività deve vendere ciò che sai fare meglio per metterlo a disposizione degli altri.

Sei bravo a preparare dolci?
Oppure hai un orto ricco di frutta e verdura in eccesso?
Parti da qui!

Prima di avviare la tua attività definisci il tipo di prodotti che vuoi vendere ed inizia a fare una stima dei costi che dovrai sostenere per avviare le prime produzioni.

  • Scrivi la lista di prodotti che vuoi vendere;
  • Segna anche le possibili varianti dei prodotti. Ad esempio, se venderai delle crostate scrivi le diverse farciture che realizzerai;
  • Scrivi la lista di ingredienti e materie prime di cui hai bisogno.

In questo modo potrai avere un quadro completo sulle spese necessarie per avviare la tua produzione.

Vidra consiglia 💡: se stai avviando una nuova attività e vuoi vendere prodotti alimentari freschi parti con la produzione di piccoli lotti. In base alle vendite che otterrai nei primi periodi valuterai se aumentare oppure no la tua produzione.
I prodotti freschi devono essere consumati entro un certo periodo di tempo e questa strategia ti permetterà di evitare sprechi inutili.

Requisiti per la vendita di cibo online

quali sono i requisiti per iniziare a vendere cibo online

I requisiti sia per la per vendita online che per la vendita attraverso un negozio fisico sono simili: ad esempio, il prodotto deve essere conservato secondo le disposizioni di legge per la tutela del consumatore, in entrambi i casi.

Requisiti per un artigiano

Se vuoi svolgere un’attività simile a quella di un pasticcere o di un fornaio, e vendere online solo ciò che produci potresti non aver bisogno di alcun requisito professionale per la vendita di prodotti alimentari.
In questo caso non potrai vendere prodotti realizzati da altri produttori o aziende.

Requisiti per un commerciante

Se sei interessato anche alla rivendita di prodotti non artigianali dovrai essere in possesso dei requisiti necessari per la vendita di prodotti alimentari online. Questo significa che dovrai aver frequentato e superato con esito positivo un corso professionale per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti.

Inoltre dovrai avere anche ulteriori requisiti oggettivi tra cui la disponibilità di un locale per lo stoccaggio della merce che sia conforme alle norme igienico-sanitarie previste dalla legge.Se invece vuoi vendere vino online leggi il nostro articolo a riguardo e ricorda di informati sulle normative da seguire per il commercio degli alcolici.

Di cosa hai bisogno per avviare la tua attività?

Che tu voglia aprire un’attività come artigiano o come commerciante ti consiglio di rivolgerti alla Camera di Commercio della tua città per avere tutte le informazioni necessarie per avviare questo tipo di attività.

In generale per l’avvio di un’attività commerciale dovrai:

  • presentare la SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) al Comune di competenza;
  • comunicare all’Agenzia delle Entrate l’indirizzo del sito web e il codice ATECO della tua attività;
  • richiedere un numero di P.IVA per la tua attività e indicarlo nella home page del sito web;
  • chiedere la registrazione presso la Camera di Commercio competente;
  • aprire una posizione previdenziale presso l’INPS.

Questo blog post è stato scritto per dare informazioni utili per il commercio di beni alimentari sul territorio nazionale, se hai intenzione di vendere i tuoi prodotti a livello internazionale dovrai informarti sulle leggi europee che controllano il mercato di questi beni. 

Leggi anche il nostro articolo sugli step e le forme giuridiche per aprire un negozio online.

Corretta etichettatura del cibo

regole per la corretta etichettatura dei prodotti alimentari

I prodotti alimentari vanno trattati con estrema cura, il loro commercio è regolamentato da normative molto precise e dettagliate. Non rispettare queste normative può mettere te e la tua attività in grossi guai. Oltre ad una multa, se dovesse succedere qualcosa ai tuoi clienti potresti essere denunciato e costretto a chiudere la tua attività.

L’etichettatura è obbligatoria per qualsiasi tipo di prodotto alimentare. Deve essere compilata correttamente, in particolare bisogna segnalare tutti i prodotti che sono stati utilizzati per la preparazione del prodotto finale ed indicare la presenza di allergeni.
Non devono mai mancare la data di scadenza, le dichiarazioni nutrizionali e le informazioni di tracciabilità e provenienza degli ingredienti.

Per la corretta etichettatura degli alimenti leggi le istruzioni dettate dal Ministero della Salute.
E ricorda che i controlli sul commercio alimentare sono molto frequenti e le sanzioni possono essere molto gravi. Rispetta tutte le normative per il commercio dei prodotti alimentari online e non avrai nessun problema con la legge.

Anche in questo caso ti ricordo che queste informazioni valgono per il commercio di alimenti a livello nazionale, se vuoi portare i tuoi prodotti al di fuori dei confini nazionali dovrai seguire anche le normative europee.

Come gestire la produzione?

come gestire i costi della produzione per iniziare a vendere cibo online

I costi di affitto dei locali e delle attrezzature a volte possono essere elevati. Soprattutto all’inizio della tua attività quando la produzione non ha ancora preso il ritmo e le quantità da produrre possono variare di settimana in settimana puoi valutare alcune soluzioni per risparmiare sui costi della produzione.

I brand più famosi del settore alimentari, come Ferrero e Pavesi, hanno iniziato la loro scalata al successo partendo da piccoli laboratori dove realizzavano le loro prime produzioni destinate al commercio a livello locale.

Vendere cibo online da casa

Per abbassare i costi di produzione potresti gestire la produzione dei tuoi primi lotti direttamente da casa tua. Ovviamente dovrai avere le attrezzature necessarie e uno spazio per lo stoccaggio e la conservazione degli alimenti. Non dimenticare che dovrai seguire tutte le normative igienico-sanitarie ed essere in possesso di attestato HACCP.

Affittare cucine professionali

affittare cucine professionali per la preparazione dei tuoi prodotti

Se non hai i requisiti per avviare la tua produzione in casa non scoraggiarti, c’è ancora una soluzione economicamente più accessibile dell’affitto di un intero locale commerciale: puoi affittare una cucina professionale.

Alcune strutture mettono a disposizione le loro cucine e tutta l’attrezzatura, si possono affittare a ore o mensilmente.

Il vantaggio di questa scelta?

Non dovrai occuparti di nessuna pratica burocratica perché le cucine professionali sono già certificate per la produzione di alimenti.
Chiedi informazioni ai ristoranti e alle strutture del settore che si trovano nella tua zona. 

Come iniziare a vendere online

Lo step successivo dopo l’avvio della tua attività è il marketing: devi far sapere a tutti della tua nuova attività e dei prodotti che vendi online.

Apri il tuo negozio online

Il primo passo per vendere online è la creazione del tuo ecommerce.
In questo articolo ti spieghiamo come aprire il tuo negozio online in 4 semplici passi.

Per realizzare il tuo ecommerce puoi creare un sito web da capo, ma questa soluzione potrebbe essere molto costosa e se non hai le giuste competenze informatiche dovrai pagare un professionista.

Con Vidra puoi avviare il tuo ecommerce in pochi minuti. Dovrai solo inserire alcune informazioni sulla tua attività, costruire il catalogo di prodotti che vuoi vendere e il tuo negozio è pronto.
Potrai personalizzare il tuo ecommerce come preferisci e gestire autonomamente le spedizioni ai tuoi clienti.

Attira clienti con il packaging

packaging creativo per attirare clienti nel tuo ecommerce

Vendere cibo online non è facile come venderli in un negozio fisico dove i clienti possono essere attratti dai profumi e dai colori del prodotto.

Cosa puoi fare per far attirare clienti online?

Il packaging è l’elemento principale per convincere i tuoi clienti ad acquistare nel tuo ecommerce, è l’elemento che i clienti prendono in considerazione per giudicare la bontà e la qualità dei tuoi prodotti dei tuoi prodotti.

Design della confezione, foto e pagina di prodotto e sito web sono le caratteristiche che raccontano la storia del brand ed i clienti le utilizzano per valutare l’affidabilità e l’aurevolezza del negozio da cui stanno acquistando.

Ricorda che il packaging rispecchia la filosofia del tuo brand. Se la tua attività vende prodotti biologici mostra questo tuo impegno nella confezione e scegli di utilizzare incarti ecosostenibili, ad esempio.

Queste sono alcune risorse utili che puoi utilizzare per costruire il un ecommerce capace di vendere e attirare clienti:

Spedizioni e consegne

come spedire e consegnare a domicilio cibo online

Per conoscere tutto quello che c’è da sapere sulle corrette modalità di imballaggio e spedizioni dei diversi generi alimentari ti consiglio di leggere il nostro articolo sulle best practice per spedire cibo online.

In questo blog post ti parlerò dei vantaggi della consegna a domicilio e del ritiro dell’ordine in negozio. Queste modalità di consegna caratterizzano l’ecommerce di prossimità, una modalità di vendere online che offre grandi vantaggi ai retailer: elimina i costi di spedizione e fa aumentare il traffico di clienti nel negozio fisico.

Soprattutto per alcuni cibi che non possono essere consegnati tramite corrieri, come torte glassate che si potrebbero rovinare durante il trasporto, il ritiro in negozio è la scelta migliore. Questa modalità di spedizione ha permesso a molte attività di continuare a vendere i loro prodotti anche durante la pandemia Covid-19: i clienti potevano ordinare online e ritirare l’ordine davanti l’entrata del negozio così da evitare i contatti e l’accesso nel locale.

Molti consumatori hanno sperimentato per la prima volta il ritiro in negozio e lo hanno trovato molto comodo e vantaggioso, sicuramente la maggior parte di loro tornerà a sceglierla anche in futuro.

Se la tua attività lavora molto a livello locale ti consiglio di occuparti personalmente della consegna a domicilio piuttosto che affidarla ai corrieri. In questo modo puoi evitare i costi dei servizio di spedizione.
Inoltre portando il tuo prodotto direttamente a casa dei tuoi clienti potrai instaurare con loro un rapporto di fiducia che farà aumentare l’autorevolezza della tua attività. Molti clienti torneranno a fare acquisti da te perché sono consapevoli che ti occupi dei tuoi prodotti dalla loro produzione fino alla consegna.

Con Vidra spedire i tuoi prodotti online diventa più facile: puoi configurare diverse modalità di spedizione e gestire tutte le consegne direttamente dal tuo sito web.

Questo è tutto ciò che hai bisogno di sapere per iniziare a vendere cibo online!

Nel nostro articolo ti abbiamo mostrato i passi da seguire per avviare una tua attività in questo settore, se sei davvero interessato raccogli maggiori informazioni presso la Camera di Commercio della tua città ed informati sui requisiti necessari e le normative stabilite dalla tua regione.

Diventa un venditore Vidra
e vedrai la differenza

Vidra